Vai al nuovo sito web SiciliaParchi.it

mercoledì 28 ottobre 2020 • 04:29.14 Collegamento alla pagina SiciliaParchi su Facebook 
[Link esterno, apre una nuova finestra]  Collegamento al canale YouTube di SiciliaParchi 
[Link esterno, apre una nuova finestra]
Imposta Sicilia Parchi come pagina iniziale  Aggiungi Sicilia Parchi.com all'elenco dei tuoi siti preferiti
        Torna alla Home Page
Icona menù "Progetto"
Icona menù "Parchi"
Icona menù "Riserve naturali"
Icona menù "Archivio News"
Icona menù "Foto e Video"
Motore di Ricerca
Visualizza Riserve per:
ProvinciaEnte Gestore
 
Riserve naturali della provincia di Messina
Isola di Panarea
Isola di Panarea

Data dell’istituzione: 25 luglio 1997;
Estensione totale: 283,05 Ha;
Riferimenti geografici: I.G.M.I. 1:25.000 (V); F.: 244 I N.O.;

Panarea, la più piccola isola dell’arcipelago nell’arcipelago è un universo a sè stante nel panorama delle isole Eolie. Innazitutto presenta fenomeni di vulcanismo secondario con sorgenti di calda con acqua che raggiungono persino i 50° C, con geysers di acqua calda a mare. Un aspetto non inidfferente che influenza ad esempio la fauna.

Nell’isolotto di Bottaro (Panarea) si trova la Podarcis sicula trischittai, una delle 4 sottospecie della lucertola endemica Podarcis. Un'altra sottospecie è presente nell'isoloto di Lisca Bianca, appartenente sempre a Panarea. Accanto a conigli selvatici, ratti e topolini ci sono la monachella e l’usignolo, la berta maggiore.Basiluzzo, una delle isolette minori, è ricoperta da rosmarino, cappero, lentisco ed euforbia. Ente gestore è l'Azienda Foreste.

Il suolo vulcanico, l’influenza del mare, il clima condizionano spingono all'adattamento la flora. Sulle rocce prossime al mare domina il limonio delle Eolie e l’enula bacicci, mentre sulle pareti rocciose a strapiombo si insedia una vegetazione rupestre caratterizzata da poche specie che ne sopportano le condizioni estreme, come la violacciocca rossa, il fiordaliso delle Eolie, il Senecio bicolor (Willd.) Tod., e soprattutto il garofano rupestre.

Sulle rocce affioranti, condizionate dagli spruzzi del mare e interrotte qua e là da piccole aree di terriccio, crescono i perpetuini delle Eolie, il finocchio di mare, la carota delle scogliere e il ginestrino delle scogliere. La vegetazione arbustiva tipica della fascia costiera è caratterizzata dall’euforbia arborea che predilige le stazioni prossime al mare, più calde, e si associa all’olivastro, all’assenzio arbustivo, all’endemica ginestra del Tirreno e al tè siciliano.

Ente gestore della Riserva è l'Azienda Foreste.

Come raggiungerla:
Panarea è raggiungibile con nave ed aliscafo con partenza da Milazzo e Palermo.

Per informazioni:
Siremar: www.siremar.gestelnet.it; agenzie di: Milazzo, tel. 090-9221812; fax 090-9283243; Panarea, tel./fax 090-983007 e Palermo, tel. 091-582403; Snav, agenzie di: Milazzo, tel. 090-9284509 e Panarea, tel. 090-983009; Società Eolie di navigazione, Corso Vittorio Emanuele n.247, 98055 – Lipari – tel. 090-9812055.

Visite:
Ufficio Provinciale Azienda Foreste di Messina, via T. Cannizzaro, 88 tel. 090.662820.
Distaccamento forestale di Lipari, tel. 090.9880547

Home Page • Il progetto • Mappa del sito
Accessibilità • Privacy • Credits • Links • Rassegna stampa • Contatti