Vai al nuovo sito web SiciliaParchi.it

mercoledì 28 ottobre 2020 • 03:01.56 Collegamento alla pagina SiciliaParchi su Facebook 
[Link esterno, apre una nuova finestra]  Collegamento al canale YouTube di SiciliaParchi 
[Link esterno, apre una nuova finestra]
Imposta Sicilia Parchi come pagina iniziale  Aggiungi Sicilia Parchi.com all'elenco dei tuoi siti preferiti
        Torna alla Home Page
Icona menù "Progetto"
Icona menù "Parchi"
Icona menù "Riserve naturali"
Icona menù "Archivio News"
Icona menù "Foto e Video"
Motore di Ricerca
Visualizza Riserve per:
ProvinciaEnte Gestore
 
Riserve naturali della provincia di Agrigento
S.A Angelo Muxaro

Anno di istituzione: 2000. Sulla riva sinistra del Platani, una serie di grotte di epoca micenea e dell’età
del Bronzo si offrono agli occhi del visitatore.  Ai piedi del colle di Sant’Angelo Muxaro,
alto 400 metri s.l.m., dove sorge l’omonimo centro abitato, dal tipico paesaggio carsico,
 si cela la grotta del principe, chiesa in epoca bizantina, in cui si dice abbia abitato
anche Sant’Angelo, durante il suo periodo di ritiro.

La grotta riveste un notevole interesse per lo studio della circolazione idrica attuale e passata e per la speleogenesi in rocce gessose.  La cavità sotterranea chiamata grotta ciavuli (= cornacchie)  si articola
 in due rami, uno si raggiunge scendendo 10 metri scandito da cascatelle. Il secondo è
fossile e costituisce la parte maggiormente conosciuta del sito tutelato. Vi si accede con
un percorso sub-pianeggiante attraverso l’ampio antro d’ingresso.

Una serie di forme riconducibili al fenomeno carsico nelle rocce evaporitiche tra cui
un’interessante colonna, molto rara nei gessi, una superficie fusiforme concrezionata con
 stalattiti e una cupoletta emisferica di qualche metro di diametro e profonda circa
40 cm. L’ultimo tratto percorribile, a sezione lenticolare progressivamente ridotta,
 termina con un sifone.

Nelle zone prossime alla riserva, lungo il corso di questo vallone, sono presenti anche
altre cavità carsiche, che costituiscono il complesso denominato "Grotte dell’Acqua".
E’ possibile integrare la visita con itinerari che raggiungono la necropoli protostorica
del Colle di Sant’Angelo, la necropoli delle Grotticelle, il Complesso delle Grotte
dell’Acqua nel Vallone del Ponte e il Monte Castello, dove sono visibili i ruderi della
fortezza saracena chiamata Mushar e varie altre testimonianze di vita umana che vanno
dalla preistoria fino alla fine del 1400.
Legambiente Comitato Regionale Siciliano  -Via Agrigento, 67 - 90144 Palermo - Tel. 091 301663 fax 091 6264139

Home Page • Il progetto • Mappa del sito
Accessibilità • Privacy • Credits • Links • Rassegna stampa • Contatti