Vai al nuovo sito web SiciliaParchi.it

mercoledì 28 ottobre 2020 • 04:34.44 Collegamento alla pagina SiciliaParchi su Facebook 
[Link esterno, apre una nuova finestra]  Collegamento al canale YouTube di SiciliaParchi 
[Link esterno, apre una nuova finestra]
Imposta Sicilia Parchi come pagina iniziale  Aggiungi Sicilia Parchi.com all'elenco dei tuoi siti preferiti
        Torna alla Home Page
Icona menù "Progetto"
Icona menù "Parchi"
Icona menù "Riserve naturali"
Icona menù "Archivio News"
Icona menù "Foto e Video"
Motore di Ricerca
Visualizza Riserve per:
ProvinciaEnte Gestore
 
Riserve naturali della provincia di Agrigento
Monte San Calogero

Data dell’istituzione: 26 luglio 2000;
Estensione totale: 50 Ha;
Riferimenti geografici: I.G.M.I. 1:25.000 (IV); F.: 266 II S.E.;

In territorio del Comune di Sciacca, città delle terme, sul monte San Calogero, o Monte Kronio, la riserva si presenta come un sistema naturale ipogeo di grotte: Stufe di S. Calogero, Grotta di Lebbroso, Grotta di Mastro, Grotta Cucchiara e grotta Gallo.

La gestione della riserva è affidata all’Azienda delle Foreste Demaniali della Regione Siciliana. Il complicato sistema di grotte comunicanti, che la mitologia non esita a ricondurre a Dedalo, è interessato da fenomeni termali particolari riconducibili ad un vulcanesimo secondario con vapori saturi di sali sulfurei, a temperatura intorno ai 40 gradi.

L'area del monte, dalla cui cima si gode di una vista meravigliosa sul litorale agrigentino,  possiede anche una rilevanza naturalistica legata alla flora ed alla fauna. Il monte, di natura calcarea, è colonizzato da una vegetazione fondamentalmente rupestre, mentre sulla sommità nei pressi del Santuario si è insediata una pineta.

Per le visite: Ufficio Provinciale Azienda Foreste di Agrigento, via Esseneto, Agrigento tel. 0922.595911.
 
Musei: Antiquarium di Monte Krone, in località Monte Kronio (Krone) a Sciacca tel. 0925.28989.

Come raggiungerla: La riserva è raggiungibile direttamente dall’abitato di Sciacca. Uscendo dal paese, su via Palermo, bisogna seguire i cartelli segnaletici che portano sulla strada rotabile che conduce sulla vetta del Monte.

Home Page • Il progetto • Mappa del sito
Accessibilità • Privacy • Credits • Links • Rassegna stampa • Contatti