mercoledì 16 gennaio 2019 • 17:23.30 Collegamento alla pagina SiciliaParchi su Facebook 
[Link esterno, apre una nuova finestra]  Collegamento al canale YouTube di SiciliaParchi 
[Link esterno, apre una nuova finestra]
Imposta Sicilia Parchi come pagina iniziale  Aggiungi Sicilia Parchi.com all'elenco dei tuoi siti preferiti
        Torna alla Home Page
Icona menù "Progetto"
Icona menù "Parchi"
Icona menù "Riserve naturali"
Icona menù "Archivio News"
Icona menù "Foto e Video"
Motore di Ricerca
Visualizza Riserve per:
ProvinciaEnte Gestore
 
Riserve naturali della provincia di Agrigento
Valle del Sosio

Estensione totale: 5862,07 Ha;
Riferimenti geografici: I.G.M.I. 1:25.000 (V); FFgg.: 258 II S.O. – II S.E.; 266 I N.O. – I N.E.;

La dolce valle del Sosio, sospesa fra le province di Agrigento e Palermo, esattamente rra i Comuni di Burgio, Bivona, Palazzo Adriano e Chiusa Sclafani, costituisce un ecosistema ricco di falde acquifere naturali, dove si è creato - ed ora tutelato, dal 1997 con riserva naturale orientata - un habitat ideale per alcuni rari grandi rapaci quali l’aquila del Bonelli, il gheppio, il nibbio reale.

Nel tipico bosco di querci ed aceri, trovano riparo conigli e piccoli mammiferi. Notevoli gli aspetti geologici e geopaleontologici , con presenze di rocce di tipo a calcari compatti. Per questo sono facilmente reperibili durante l'escursione esempi di fauna e flora fossile.

La valle Sosio ospita lecci, roverelle e boschidi  conifere. E' una delle ultime stazioni del gatto selvatico. Segnalata anche la presenza della martora, e tra i rettili, la vipera, ragion per cui durante l'escursione sarà bene essere prudenti.

Come raggiungerla: La riserva si può raggiungere da Palermo e da Agrigento.

Da Palermo: imboccare l’autostrada A19 PA – CT ed uscire allo svincolo di Villabate da cui ci si immette sullo scorrimento veloce Palermo-Agrigento (SS 121) e procedere sino all’uscita per Bolognetta. Da qui seguire le indicazioni per Marineo (SS 118) e proseguire in direzione Corleone: dalla SS 118 corleonese-agrigentina, a 3 km dal comune di Burgio, si svolta a sinistra per una strada asfaltata che poi diventa bianca: proseguire per 5 km. Arrivati ad un bivio, si può approdare, a destra, nell’area attrezzata dell’Azienda Regionale Foreste Demaniali denominata “Menta”. Se si sceglie di immergersi nel bosco di Sant’Adriano, invece, svoltare a sinistra.

Da Agrigento: SS 115 per Sciacca, uscita a Ribera, quindi imboccare la SS 386 per Burgio; circa 2 km prima di San Carlo girare a destra fino ai piedi del monte, dove ci sono le rovine del Castello di Cristia.

Home Page • Il progetto • Mappa del sito
Accessibilità • Privacy • Credits • Links • Rassegna stampa • Contatti