mercoledì 16 gennaio 2019 • 17:35.50 Collegamento alla pagina SiciliaParchi su Facebook 
[Link esterno, apre una nuova finestra]  Collegamento al canale YouTube di SiciliaParchi 
[Link esterno, apre una nuova finestra]
Imposta Sicilia Parchi come pagina iniziale  Aggiungi Sicilia Parchi.com all'elenco dei tuoi siti preferiti
        Torna alla Home Page
Icona menù "Progetto"
Icona menù "Parchi"
Icona menù "Riserve naturali"
Icona menù "Archivio News"
Icona menù "Foto e Video"
Motore di Ricerca
Parco delle Madonie
Parco dell'Alcantara
Parco dei Nebrodi
Parco dell'Etna
Parco dei Sicani
Parco dei Nebrodi
Collage - Una libellula, un campo di fiori e una farfalla su un cardo

Flora e Fauna

Distinguiamo tre fasce vegetazionali:
il piano mediterraneo, sino agli 800 m sul livello del mare, caratterizzato dalla macchia mediterranea (euforbia, lentisco, mirto, ginestra, corbezzolo, sugherete, lecci, roverella).
Fra gli 800 ed i 1400 metri abbiamo querce, cerri, rovere.
Oltre i 1400, a quote più montane, ecco infine le faggete, le più estese: non a caso il faggio è il simbolo del Parco dei Nebrodi.
Rileviamo anche qualche acero montano, ed il frassino, da cui si traeva un tempo la manna.
Ancora, nel sottobosco, ginestre, graminacee, leguminose, rose canine, viole, felci aquiline, agrifoglio, biancospino.

Un tempo i Nebrodi erano il regno di orsi, daini, caprioli, lupi e cerbiatti (nebros, in greco significa appunto cerbiatto): oggi abitano questi boschi il gatto selvatico e l'istrice, volpi, conigli, lepri, donnole, ghiri, la martora, la testuggine palustre e terrestre.
Il Daino sta per essere reintrodotto grazie ad una sinergia con i privati.
Ormai famoso il suino nero dei Nebrodi, ma anche il cavallo sanfratellano, per molti principale mezzo di locomozione sino a qualche decennio addietro, e la bovina rossa.

Presenti molti anfibi, rettili, piccoli mammiferi, invertebrati.
Splendide libellule, il discoglosso e la tartaruga palustre sono alcuni esempi.

Ricca l'avifauna, con oltre 150 specie.
Molti migratori svernano presso i laghi ma non solo.
Sullo Spartà spesso presenti aironi e falchi di palude.
Per i rapaci, citiamo oltre che l'aquila reale, la poiana, il falco, il nibbio, i gheppi.
Ancora il martin pescatore, la rara coturnice, l'upupa, le folaghe, il corvo imperiale, il merlo acquaiolo, germani reali, beccaccini, folaghe, pettirossi, ballerine.
  Guarda il video del Parco dei Nebrodi Guarda il Video

Per scaricare il video:
click con il tasto destro sul link, quindi "Salva oggetto con nome..."
Vai al sito Studio Trovato [Sito esterno, apre una nuova finestra]
Home Page • Il progetto • Mappa del sito
Accessibilità • Privacy • Credits • Links • Rassegna stampa • Contatti