Torre Salsa (AG)
sabato 25 marzo 2017 • 08:43.08 Collegamento alla pagina SiciliaParchi su Facebook 
[Link esterno, apre una nuova finestra]  Collegamento al canale YouTube di SiciliaParchi 
[Link esterno, apre una nuova finestra]
Imposta Sicilia Parchi come pagina iniziale  Aggiungi Sicilia Parchi.com all'elenco dei tuoi siti preferiti
        Torna alla Home Page
Icona menù "Progetto"
Icona menù "Parchi"
Icona menù "Riserve naturali"
Icona menù "Archivio News"
Icona menù "Foto e Video"
Motore di Ricerca
 
Vai allo speciale: Sapori dei Parchi. A cura di Vincenzo Raneri

Vai all'archivio degli speciali

riserve
Torna indietro |  Stampa Articolo |  Archivio 
Torre Salsa (AG)

A breve distanza dall’area archeologica di Eraclea, con il suo semiteatro ad affacciarsi sul mare, nel 1996 la Regione ha decretato la protezione e la tutela di quest'area per il suo eccezionale insieme di valori.

La “Riserva Naturale Orientata di Torre Salsa “ si estende lungo un tratto di costa per 750 ettari, splendida ed incontaminata, e si affaccia sull'azzurro del mare Mediterraneo attraverso dune bianche e spiagge di sabbia finissima.

In questo angolo di Siculiana, provincia di Agrigento, sei chilometri di natura selvaggia sono tutto un succedersi di diversi ma affascinanti habitat: duna, falesia, zona umida, macchia mediterranea, colture tradizionali e, sul mare, la prateria di Poseidonia Oceanica.

L'elenco di fauna che è possibile incontrare è vario: l'istrice, corvi imperiali, rapaci; sulla spiaggia limicoli, trampolieri e uno stormo di gabbiani. Qui vivono ancora il falco pellegrino, il gheppio ed il nibbio. Le sabbie dorate, come a Lampedusa, invitano naturalmente le tartarughe della specie caretta caretta a deporre le proprie uova. Il fine del decreto istituivo della riserva, affidata al W.W.F., ente gestore, è quello di tutelare la costa e le zone retrostanti, che insieme costituiscono un ecosistema litorale di eccezionale unità paesaggistica.

Grande è la varietà di piante rare ed endemiche; di grande interesse ornitologico è la zona denominata “Pantano”, luogo di sosta e di nidificazione di numerose specie di uccelli acquatici. Intorno al sito del “Pantano” stazionano in colonie diverse specie di uccelli, come il gruccione, e l’upupa, e tra gli altri, il falco pellegrino, l’assiolo e la poiana. Tra gli altri, anche il gufo di palude.

Il terreno, nell’area della riserva, presenta una interessante stratificazione di gessi in forma cristallina. Le falesie di gesso si alternano alle marne calcaree a Globigerina, ricoperte, talvolta, da strati di argilla. Il nome della riserva deriva dalla Torre che si ergeva sulla sommità di un piccolo promontorio d'argilla a dominare il mare e la spiaggia sottostante. La Torre, voluta da Camillo Camilliani nel sedicesimo secolo all'interno del circuito difensivo delle coste siciliane, corrispondeva ad ovest con la Torre di Capo Bianco e ad est con Torre Felice, rimanendo in vista con la Torre di Monterosso.

Per la visita all'Oasi:
Riserva Naturale Orientata "TORRE SALSA" Via Roma 156/d 92010 Siculiana
Tel: 0922 818220 Fax: 0922 817995 www wwftorresalsa it
 

 
Vai allo speciale: Le riserve siciliane

Speciale dedicato all'Azienda Regionale Foreste Demaniali

Vai allo speciale: Parco Fluviale dell'Alcantara - Gli atti di Aquafest 2007

Home Page • Il progetto • Mappa del sito
Accessibilità • Privacy • Credits • Links • Rassegna stampa • Contatti