Vai al nuovo sito web SiciliaParchi.it

mercoledì 20 gennaio 2021 • 05:42.17 Collegamento alla pagina SiciliaParchi su Facebook 
[Link esterno, apre una nuova finestra]  Collegamento al canale YouTube di SiciliaParchi 
[Link esterno, apre una nuova finestra]
Imposta Sicilia Parchi come pagina iniziale  Aggiungi Sicilia Parchi.com all'elenco dei tuoi siti preferiti
        Torna alla Home Page
Icona menù "Progetto"
Icona menù "Parchi"
Icona menù "Riserve naturali"
Icona menù "Archivio News"
Icona menù "Foto e Video"
Motore di Ricerca
Archivio Speciali 
 
Flora e fauna
Vegetazione tipica alle pendici dell'Etna • La flora:
La flora del Parco, estremamente ricca e varia, condiziona il paesaggio offrendo continui e repentini mutamenti; ciò dipende dalla diversa compattezza e dal continuo rimaneggiamento del substrato ad opera delle colate laviche che si succedono nel tempo.

Partendo dai piani altitudinali più bassi, ecco i vigneti, i noccioleti, i pistacchieti ed ancora i boschi di querce, pometi e castagni.
Proseguendo, specie sul versante orientale, boscaglie di roverella, cerri e pino laricio, che formano bellissime pinete, come quelle di Linguaglossa e Castiglione di Sicilia.

Oltre i 2000 metri, ecco il faggio e la betulla.
Tra le specie caratteristiche del paesaggio etneo va ricordata la ginestra dell’Etna, una delle principali piante colonizzatrici delle lave, mentre oltre la vegetazione boschiva il paesaggio è caratterizzato da formazioni pulviniformi di spino santo (astragalo), che offrono riparo ad altre piante della montagna etnea come il senecio, la viola e il cerastio.

• La fauna:
Sul vulcano vivono ancora l’istrice, la volpe, il gatto selvatico, la martora, il coniglio, la lepre e, fra gli animali più piccoli, la donnola, il riccio, il ghiro, il quercino e vari tipi di topi e pipistrelli.

Una volpe tipica dell'Etna che cammina sulle rocce laviche Moltissimi gli uccelli: tra i rapaci diurni lo sparviero, la poiana, il gheppio, il falco pellegrino e l’aquila reale; tra i notturni il barbagianni, l’assiolo, l’allocco, il gufo comune.

Nel lago Gurrida, unica distesa d’acqua dell’area montana etnea, si possono osservare aironi, anatre ed altri uccelli acquatici.

Nelle zone boscose si possono intravedere la ghiandaia, il colombo selvatico e la coturnice, nelle distese laviche alle quote più alte il culbianco.
Infine vanno segnalati vari tipi di serpenti, tra il quali l’unica pericolosa è la vipera, e di insetti, con il loro fondamentale ruolo negli equilibri ecologici.

  Link al sito dell'Assessorato Regionale Territorio e Ambiente
[Sito esterno, apre una nuova finestra]  Link al sito dell'Assessorato Regionale Territorio e Ambiente
[Sito esterno, apre una nuova finestra]
Assessorato Regionale Territorio Ambiente
Home Page • Il progetto • Mappa del sito
Accessibilità • Privacy • Credits • Links • Rassegna stampa • Contatti